Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 14, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Young Turks ‘Where I Rise’

Young Turks ‘Where I Rise’
Salad Days

Review Overview

8.5
8.5
8.5

Rating

YOUNG TURKS
‘Where I Rise’-7″/Digital EP
(Animal Style)
8.5/10

Appena l’anno scorso gli Young Turks si fecero conoscere con l’ottimo ‘Where I Lie’ e adesso sono già di ritorno con l’EP ‘Where I Rise’, che già dal titolo rende l’idea di continuità col precedente full length. Si tratta di soli quattro pezzi, pronti però a soddisfare appieno. Energia, freschezza e potenza in questi brani hardcore new school della tradizione del northwest americano, col loro mix di riff punk veloci e martellanti, stacchi molto efficaci, 2step… Con ‘Where I Rise’ non ci si ferma mai. Gli Young Turks ricordano band come American Nightmare e Hope Conspiracy, ma hanno dalla loro parte suoni al passo coi tempi che rendono la canzoni ancora più potenti e coinvolgenti, come per ‘Territo(royally) Pissed’ che arriva dritta “in tha face”. ‘Roe vs Wade vs Westbrroke’ ricorda invece i Comeback Kid con parti più filanti e strumentalmente melodiche, con la voce di Matt Koenig veramente notevole e perfettamente inserita, che sa anche rendere bene in alcune parti più sofferte, come in ‘Old Gods’. ‘Where I Rise’ suona come un ottimo album di studio, che allo stesso tempo ti fa vivere l’emozione e la ruvidezza del live, del pit rabbioso e della rincorsa al microfono. Alla fine delle quattro tracce l’unica pecca da addurre è che non ce ne siano altre.
(Francesco Banci)

-3

Submit a Comment