Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 5, 2020

Scroll to top

Top

One Comment

Zebrahead ‘Brain Invaders’

Zebrahead ‘Brain Invaders’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

ZEBRAHEAD
‘Brain Invaders’-LP
(MFZB)
6.5/10


Possiamo ammettere senza paura di essere smentiti che gli Zebrahead pur essendo frivoli e concettualmente “leggerini” non hanno nulla di che invidiare a tanti gruppi punk-pop-rock e affini che provengono dagli States. Se cerchiamo qualcosa di veloce, melodico, contaminato il giusto (dal rap metal dell’opener ‘When Both Sides Suck, We’re All Winners’ ad accenni di elettronica senza dimenticare soluzioni in levare di ‘You Don’t Know Anything About Me’) e poco impegnativo gli Zebrahead fanno davvero al caso nostro. Poco impegnativo vero (ma con inaspettati inserti intelligenti come ‘We’re Not Alright’), ma non per questo banale nel proporre un punk rock dritto al punto come nel singolo ‘All My Friend Are Nobody’ o ‘I Wont’ Let You Down’ o nella saltellante ‘Do Your Worst’. A volte i nostri esagerano nel cercare di suonare divertenti sembrando una versione spompa dei Bloodhound Gang (già di loro non dei geni del male..) come in ‘Chasing The Sun’ ma nell’insieme ‘Brain Invaders’ è davvero divertente e pur non scommettendo sulla sua longevità, meritevole di qualche passaggio.
(Davide Perletti)

Comments

Submit a Comment