Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 17, 2017

Scroll to top

Top

One Comment

Zeit ‘The World Is Nothing’

Zeit ‘The World Is Nothing’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

ZEIT
‘The World Is Nothing’-LP/CD/Digital
(Assurd)
8/10


Il 2015 è stato davvero un anno molto proficuo per ciò che riguarda le uscite in campo estremo delle band italiane. Grime, The Mild, O, Lamantide hanno sfoderato dei veri e propri gioiellini che hanno ridato fulgore ad una scena data da troppi come asfittica. Personalmente metto tra le migliori uscite anche questo ‘The World Is Nothing’ dei veneziani Zeit 10 pezzi di lucida follia di post hardcore tinto di metal, in cui un sound monolitico la fa da padrone, muovendosi tra le macerie della vita. Sono un gruppo complesso gli Zeit, ricchi di mille influenze e sfaccettature, in cui convivono il chaos ma anche un ordine metodico nel costruire le cose. I brani risultano complessi e schizofrenici, con continui cambi di tempo e di umore. Si passa da parti al limite del grind, a parti in cui le armonizzazioni di chitarra la fanno da padrone, con il loro suono dolce. Poi, si ritorna a sprofondare in un abisso di perversione sonora. La voce è un lamento sforzato ed ipnotico, sempre sul punto di cedere, sempre in bilico tra pazzia e violenza. I riff di chitarra sono un qualcosa di completamente malato ma perfettamente calibrati e con una precisione matematica nell’esecuzione. A parer mio il vero punto di forza è la batteria: Cesco mena con una precisione millimetrica, si destreggia fra mille cambi di tempo, governando in maniera tirannica la caoticità prodotta dalla band. Gli Zeit vanno ascoltati più e più volte per essere compresi nella loro anima più intima. Il loro sound mastodontico dimostra un’eccellente coesione sul piano compositivo che non lascia spazio a dubbio alcuno sulla bontà di questo progetto. Dulcis in fundo la copertina del vinile è di quanto più bello io abbia visto ultimamente, ed esprime appieno in maniera visiva ciò che è il combo lagunare. D’altronde è stata realizzata da SoloMacello, che non è seconda a nessuno in fatto di metallo. In definitiva una piccola grande gemma, che vi consiglio calorosamente di acquistare. Ah, in vinile, naturalmente.
(Marco Pasini)

RIGA3062

Comments

Submit a Comment