Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | July 21, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

RAD OWL ‘RAGE GRACEFULLY’

RAD OWL ‘RAGE GRACEFULLY’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

RAD OWL
‘Rage Gracefully’-LP
(Sell The Heart/Engineer)
7/10


Dopo il primo ascolto di questo album di debutto dei Rad Owl la prima parola che mi viene in mente è nostalgia. Nostalgia a livello musicale – in fondo questo gruppo è formato da gente che ha militato in gruppi come Samiam, Gratidude, The Stereo) – ma anche nostalgia di momenti non vissuti di cui questo lavoro sarebbe la perfetta colonna sonora. ‘Rage Gracefully’ è una raccolta di piccoli anthem punk nonché un giocoso cenno alla loro mezza età (il gioco di parole tra rage e age), e da bravi veterani della scena di Minneapolis ci regalano un songwriting che ha si imparato dalla tradizione e dalla militanza nella scena, ma che allo stesso tempo non sa di naftalina e suona piuttosto fresco. Merito della commistione tra la sezione ritmica di chiara matrice All/Descendents del duo Jeremy Bergo e David Jarnstrom e le melodie assassine del cantante chitarrista Jeremy Jessen. A fare da collante la precisione e musicalità del nuovo chitarrista Ryan Tate. Punk rock energico e melodico, a tratti anthemico, sicuramente contagioso, basta sentirsi pezzi come ‘Doppler’, ‘Run It Out’, ‘Bock Szn’, ‘Always Eyes’ e ‘Quiet While You’re Ahead’. Un lavoro che porta poco o nulla a livello d’innovazione, ma che sa toccare le corde giuste risultando più valido di molte produzioni contemporanee. E a noi vecchi skatepunkers basta poco per essere felici e questo ‘Rage Gracefully’ è un album che ti fa mettere il cappellino all’indietro, il più alto degli attestati di stima. Consigliato!
(Michael Simeon)

unnamed-5

Submit a Comment