Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 25, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Bastions ‘Bedfellows: The Forgotten Daughter’

Bastions ‘Bedfellows: The Forgotten Daughter’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

BASTIONS
‘Bedfellows: The Forgotten Daughter’-EP
(Holy Roar Records)
7.5/10


Proprio come per i film a puntate al cinema, i Bastions presentano la seconda parte di un album il cui primo volume è uscito qualche mese fa col titolo ‘Bedfellows: The Bastard Son’, completato oggi con cinque ulteriori tracce. Una trovata originale che sarà apprezzata probabilmente da chi colleziona vinili e potrà confrontare entrambe le simili e belle cover, potendo toccare con mano l’anima di queste due entità. Due botti piccole, due vini buoni, storie di questi bambini tremendi dei Bastions, band inglese che conferma lo stile disperato di un hardcore dark che stilisticamente rimanda ai Birds In Row, ma anche ai Verse, più intimi e meno politicizzati. Le atmosfere tragiche, sempre tra violenza e angoscia, colpiscono nel profondo e ognuna delle cinque tracce riesce a coinvolgere. Chitarre dai suoni grezzi, riff e ritmiche post hardcore, arpeggi drammatici, screaming esasperati formano il carattere di questa figlia dimenticata, che insieme al suo fratello bastardo crea davvero un’ottima atmosfera horror che ricorda alcune sceneggiature del grande schermo, in cui infanzie distrutte tornano per compiere un massacro.
(Francesco Banci)

Submit a Comment