Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 19, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Eibon ‘II’

Eibon ‘II’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

EIBON
‘II’-12″
(Troathruiner Records)
7/10


Due soli brani per un totale di quaranta minuti di musica. Sì avete capito bene, quaranta minuti. Cosa abbia in testa questo combo transalpino è difficile capirlo, ma di sicuro in fatto di musica le idee le hanno ben chiare. La loro proposta attinge a piene mani da ciò che oggi va per la maggiore, ossia quel sludge/doom che dopo anni passati nel dimenticatoio pare sia tornato in voga con miriadi di nuove band pronte a darsi battaglia per quel briciolo di visibilità che questo tipo di musica può offrire. Rispetto alla concorrenza agli Eibon va dato merito di essere coraggiosi e dotati di buoni mezzi tecnici che hanno permesso loro di dare vita a qualcosa tutt’altro che noioso. All’interno di ‘II’ il lato strumentale trova ovviamente grande spazio, con continui stravolgimenti ritmici e chitarristici che portano l’intero concept a muoversi su vari lidi, dal black metal vecchia scuola all’atmospheric, il tutto interpretato nel modo più selvaggio e diretto possibile. Alla voce il ruolo di attore non protagonista, con un minutaggio ridotto all’osso che gli permette ugualmente di diffondere tutta la sua aggressività. Sicuramente ‘II’ non è la classica produzione adatta a una vasta fetta di ascoltatori, troppo particolare e articolato per essere di facile ascolto e per certi versi ciò può essere un limite. Dall’altra parte fa sempre un certo piacere vedere come – ancora nel 2013 – ci siano realtà pronte a mettersi in gioco e capaci di andare oltre le leggi del music business. Se siete soliti ascoltare band estrose, qui c’è pane per i vostri denti.
(Arturo Lopez)

Submit a Comment