Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 25, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Ils ‘Pain Don’t Hurt’

Ils ‘Pain Don’t Hurt’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

ILS
‘Pain Don’t Hurt’-EP
(P.O.G.O)
7.5/10


Arriva da Portland, ma pubblicato dalla francese P.O.G.O. Records, ‘Pain Don’t Hurt’, l’Ep di debutto degli Ils. Al master ci lavora Stephan Hawkes, già in opera con Red Fang, Attila, Vitriol, Chelsea Grin. L’Ep, rapido ed efficace, è il miglior biglietto da visita possibile per il quartetto dell’Oregon. Il loro noisecore macilento ed abrasivo è infido e facile all’aggressione. I cinque brani sono bastonate sulla schiena date a tradimento; incisivi pur nei loro minutaggi contenuti, ricchi di spunti, che spaziano da momenti secchi e rumorosi a climax di saturo sludge; coralità ed affiatamento a fare da collante. ‘Pain Don’t Hurt’ non è però un lavoro cafone e tutto muscoli ma, tra i tanti ammiccamenti che pretendono l’attenzione dell’ascoltatore, svela una scrittura dal gran carattere e una band dalla forte personalità. Valga come esempio l’interpretazione coraggiosa di una voce che ha come padrini Puciato ed il Patton più acido e sboccato ma che è in grado di muoversi con sicurezza e temperamento. Per un eventuale futuro lavoro su lunga distanza forse servirebbe che gli Ils provassero ad alzare ulteriormente l’asticella ma, per adesso, a ‘Pain Don’t Hurt’ di sicuro non potremmo chiedere molto di più. Lo trovate su Bandcamp con la formula del name your price.

(Santo Premoli)

Submit a Comment