Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 23, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Living Dead Lights ‘Black letters’

Living Dead Lights ‘Black letters’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

LIVING DEAD LIGHTS
‘Black letters’-CD
(GB Sound Records)
8/10


Ritorno col botto quello dei Living Dead Lights, un gruppo che dà l’impressione di essere in continua evoluzione. Dopo averli presentati con l’EP omonimo d’esordio eccoci quindi a ‘Black Letters’, album che oltre ad avvalersi di nomi noti della scena alternative mondiale (vedi Fred Archambault alla produzione e Doug Goldstein come manager) presenta al meglio un quartetto dal futuro radioso. I motivi che portano a questa considerazione sono presto spiegati: il gruppo statunitense ha innanzitutto una rara dote, quella di saper scrivere singoli da classifica. E’ incredibile notare come all’interno del disco siano presenti un numero sconsiderato di potenziali hit radiofoniche, da ‘This Is Our Evolution’ (vero e proprio inno alla causa) ad ‘Amerikan Eyes’, da ‘Johnny’ a ‘Falling Down’, brani tanto catchy quanto efficaci e orecchiabili al punto giusto. Non stiamo però parlando di una band usa e getta: all’interno di questo progetto ci sono idee e la ferma volontà di crescere, portando in auge ciò che questi musicisti sembrano amare follemente, il rock’n’roll e il punk-rock vecchia scuola. Stili musicali che i nostri conoscono a menadito e che propongono in vesti attuali, fresche e soprattutto cariche di mordente. Il potenziale per sfondare c’è, così come sembra non mancare quella fame tipica di chi è conscio dei propri mezzi… A questo punto li attendiamo al varco, ossia in un tour europeo che mostri una volta per tutte le loro potenzialità. Avanti tutta Living Dead Lights!
(Arturo Lopez)

Submit a Comment