Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | March 20, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Pennywise ‘Never Gonna Die’

Pennywise ‘Never Gonna Die’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

PENNYWISE
‘Never Gonna Die’-CD
(Epitaph)
7.5/10


Uno dei tanti luoghi comuni sul punk rock è quello che i Pennywise (dei quali per rispetto nei tuoi confronti salto ogni genere di presentazione) facciano da trent’anni lo stesso disco. Luogo comune in parte comprensibile in quanto per molti anni il loro sound è sempre stato molto fedele a se stesso ma negli ultimi dieci anni ha subito parecchi cambiamenti, infatti la band di Hermosa Beach viene da due album alquanto anomali: ‘All Or Nothing’ senza alla voce lo storico cantante Jim Lindberg che aveva temporaneamente lasciato la band per motivi personali lasciato la band e venne sostituito da Zoli Teglas (Ignite) alla voce e ‘Yesterdays’ disco fatto uscire in fretta dopo il ritorno di Jim che poco aveva convinto sia la critica che i fan. ‘Never Gonna Die’ segna quindi il ritorno dei Pennywise al sound a cui ci avevano abituato e lo fanno in grandissimo stile segnando una delle migliori uscite punk rock di questo 2018. Viene da chiedersi come sia possibile che una band con una carriera trentennale riesca ancora a tirar fuori brani come ‘Live While You Can’ o ‘Can’t Be Ignored’ (forse una delle loro migliori canzoni in assoluto). I riffs di Fletcher sono sempre efficaci mentre le melodie di Jim ti si incollano in testa e crescono ascolto dopo ascolto. Il tempo passa ma i Pennywise sembrano immuni al suo trascorrere e decennio dopo decennio portano avanti il loro credo, erano proprio loro che anni fa avevano detto ‘Straight Ahead’ ed è proprio così che stanno facendo, avanti fino in fondo per la loro strada.
(Andrea @canthc666 Cantelli)

Submit a Comment