Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 17, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

Radio Moscow ‘New Beginnings’

Radio Moscow ‘New Beginnings’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

RADIO MOSCOW
‘New Beginnings’-CD
(Century Media)
8/10


Innegabile come i Radio Moscow siano stati una delle band più influenti nel più o meno arduo compito di riportare alla luce il revival 70s e Parker Griggs è senza dubbio una delle chitarre e voci più interessanti della scena hard rock contemporanea. A distanza di due anni dall’ultimo album ‘Magical Dirt’, il trio del sud della California torna con il nuovo ‘New Beginnings’, firmato Century Media. Nel caos di band idolatranti gli anni settanta, i Radio Moscow sono stati e sono tutt’ora una luce nel buio. Quel buio fatto di suoni tutti uguali, pose, poca attitudine e soprattutto povertà creativa. Il nuovo album è una perla fatta di hit una dietro l’altra. La mano della major marca stretta e si sente. Il disco è confezionato alla perfezione ma per una band come questa non è altro che il decisivo salto di qualità atteso e dovuto. ‘New Beginnings’ è anche il titolo della traccia di apertura. Tutto quello che viene da pensare è “sono tornati, finalmente”. Il marchio Radio Moscow è rassicurante perché, in un modo o nell’altro, ti permette di sapere cosa aspettarti da loro e di certo non è l’effetto sorpresa che rende una band o un disco migliore o peggiore. Sono nati con questo sound e moriranno con questo sound. Esattamente quello che volevamo dai Radio Moscow perchè pensiamo di essere dei nostalgici e con band come questa sembra rivivere la Golden Age of rock’n’roll. Dal blues tirato di ‘Deceiver’ a quello super lento di ‘Pick Up The Pieces’, la chitarra e la voce di Griggs sono ipnotiche più che mai. E’ blues, è rock’n’roll, non è revival. Sono generi senza tempo. C’è una sola ed unica linea di demarcazione: chi sa suonarli e chi no.
(Valentina Vagnoni)

Submit a Comment