Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 25, 2019

Scroll to top

Top

One Comment

Vales ‘Wilt And Rise’

Vales ‘Wilt And Rise’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

VALES
‘Wilt And Rise’–LP
(6131 Records)
7/10


Dopo circa un paio d’anni dal loro EP ‘Clarity’ tornano i Vales (prima si chiamavano Veils), più duri e in forma di prima, a testimonianza che il cambio di nome non ha di certo intaccato il loro nucleo, anzi. Direttamente dalla Cornovaglia, un concentrato di hardcore melodico e post-hardcore che ricorda i Touché Amoré e i Defeater, portato avanti dalla cazzuta frontman Chlo Edwards. Questo full-lenght di debutto intitolato ‘Wilt And Rise’ esce sotto la 6131 Records e ci presenta dieci tracce che sono tutt’altro che facili da mandar giù: aprono ‘Dead Wood’ e ‘Scripted’ con vocal tirati, alternando chitarre puramente hc a momenti post, aiutate da una batteria in grado di passare da martellante a marcia severa, a cui segue ‘Open Arms’ che rallenta il ritmo ma non la rabbia; a parte l’intermezzo strumentale ‘Katrina’, sembra di avere per le mani una sorta di Comeback Kid degli esordi, un po’ meno veloci e più ragionati, come possiamo sentire in ‘Branches’ e in ‘White Horse’. Mi avevano già impressionato positivamente col loro EP e con questo loro lavoro si confermano come una delle più promettenti band inglesi.
(Fabrizio De Guidi, @fabriziodeguidi)

Comments

Submit a Comment