Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 17, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Amputator ‘Deathcult Barbaric Hell’

Amputator ‘Deathcult Barbaric Hell’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

AMPUTATOR
‘Deathcult Barbaric Hell’-LP
(GrayHaze)
7.5/10


Come si evince dal titolo, qui non si scherza. Gli Amputator sono un duo dedito ad un barbarico black metal primitivo e caciarone. ‘Deathcult Barbaric Hell’ è la ristampa su vinile (uscito orignariamente nel 2007 solo in cd e tape) del loro primo full length. Un furibondo assalto fatto di riff marcissimi, velocità spropositata, voce malefica, blast beat e tanto ma tanto sangue. Inutile dire che ne sono rimasto ammaliato. I brani sono bestiali, suonati con tanta di quella ferocia che vi sembrerà di veder detonare le vostre casse dello stereo da un momento all’altro. C’è una tale violenza sonora e nei testi, che ne uscirete ammaccati spiritualmente. Tecnicamente non si grida certo al miracolo: i pezzi sono tutti abbastanza basilari, costruiti sulla velocità omicida, su stacchi infernali, ma eseguiti in maniera da annichilire l’ascoltatore. Il tutto circondato da un’aurea di ignoranza e di volgarità ad altissimi livelli. La copertina poi è tutta un programma: parodia del cristo in croce, qui troviamo un uomo incatenato a due nastri da mitragliatrice incociati, mentre sotto un nugolo di persone di spalle si gode il sublime spettacolo di sofferenza e morte. Cattivo gusto, satanismo, blasfemia e zero fronzoli. Questa è l’eredità che ci lasciano gli Amputator, purtroppo sciolti qualche tempo fa… long live black death!
(Marco Pasini)

promoimage-1

promoimage

Submit a Comment