Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | July 20, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Architects ‘All Our Gods Have Abandoned Us’

Architects ‘All Our Gods Have Abandoned Us’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

ARCHITECTS
‘All Our Gods Have Abandoned Us’-CD
(Epitaph)
6/10


La band di Brighton, ormai amatissima anche dalle nostre parti, è riuscita ancora una volta a proporre un disco che non lascia indifferenti e che o si ama o si odia. Gli Architects con ‘All Our Gods Have Abandoned Us’ rimangono ben saldi con la testa ed il cuore a quanto fatto con il precedente ‘Lost Togheter//Lost Forever’, riprendendone sia le sonorità che le tematiche: in pratica una sorta “squadra che vince non si cambia” che in effetti sortisce i risultati sperati, ma che lascia anche un po’ di amaro in bocca per chi attendeva una progressione sonora dalla band di Sam Carter, frontman carismatico e che possiede un tratto vocale ben riconoscibile… aspetto che in una scena metalcore super satura non è da prendere sotto gamba. Non voglio considerare ‘All Our Gods Have Abandoned Us’ come un disco di routine, ma purtroppo rispetto al precedente album risulta lampante già dopo pochi ascolti come manchino i brani che si incollano al cervello, e come tutta la tracklist più o meno si assesta su un buon livello ma senza il colpo di genio. Per fare un esempio manca un singolo come ‘Naysayer’ capace di trainare da sola un intero album. Non una occasione sprecata ma un passaggio interlocutorio certamente sì.
(Davide Perletti)

Submit a Comment