Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 25, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Calibro 35 ‘S.P.A.C.E.’

Calibro 35 ‘S.P.A.C.E.’
Salad Days

Review Overview

9
9
9

Rating

CALIBRO 35
‘S.P.A.C.E.’-LP/CD/Digital
(Record Kicks)
9/10


Non capita spesso di trovarsi davanti ad un prodotto pensato e realizzato come si deve, ragionato, sincero e curato in tutti i particolari (dagli arrangiamenti, alle sonorità, al mood fino all’artwork di Solomacello). I Calibro 35 sono tornati in studio per sfornare il loro quinto disco e ne sono usciti vincenti. Non uno studio qualunque ovviamente, ‘S.P.A.C.E.’ è stato registrato al Toe Rag di Londra su nastro analogico da 8 tracce, ecco spiegato il suo sapore puramente vintage: il disco è stato realizzato esattamente come si sarebbe fatto quaranta (e forse più) anni fa: tutti assieme nella stessa stanza a suonare il proprio strumento, senza cuffie né monitors, elevando l’effettivo prodotto suonato sopra la parte di editing. È ovvio che una registrazione di questo tipo crei particolari energie e sinergie che vanno inevitabilmente a riversarsi nel risultato e lo separi nettamente da qualsiasi produzione di plastica a cui siamo abituati. ‘S.P.A.C.E.’ è un viaggio vero e proprio, la tematica che spazia tra i titoli è di chiaro rimando al viaggio interplanetario cullato dai synth e accelerato dai ritmi funky e groovy. Potrebbe benissimo essere la colonna sonora di un film di fantascienza misto ad un western all’italiana, la cosa uscirebbe veramente bene e ce ne danno la prova con il video del singolo ‘Bandits On Mars’. Fa quasi strano che un gruppo così provenga dalle nostre terre, e fa ancora più strano che sia su un’etichetta indipendente. Si, perché le collaborazioni in ambito musicale si sprecano, da Mike Patton a Stewart Copeland, e la loro musica è stata utilizzata come beat sample da produttori del livello di Dr. Dre, Jay Z. Non fatevi quindi spaventare dalla lunghezza dei brani strumentali, perché nel loro insieme vi guideranno in nuovi territori immaginari e vi faranno capire perché tutto il mondo ci invidia i Calibro 35.
(Marco Mantegazza)

pYLIo1BY9v5tcb_Fpu3oAwzXPDjxBRWwFHb3jWBi6C4_2FhhyqH2ZNCNXdG65rxn6uiBDd2s0LRvF6gRMwzcUWl-_H2HlhoSWT6CpYfDgBtxrQ9qPCbk60zHq2dBFdHLbxnf7Qy5HRx4969o72z-SraTbc215e7dI__Wu1o=s0-d-e1-ft

Submit a Comment