Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 30, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Dropkick Murphys ’11 Short Stories Of Pain & Glory’

Dropkick Murphys ’11 Short Stories Of Pain & Glory’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

DROPKICK MURPHYS
’11 Short Stories Of Pain & Glory’-LP
(Born & Bred)
8/10


Lo scorso 3 Novembre era stata annunciata l’uscita del loro nuovo album, lo stesso giorno era stato pubblicato il video clip del singolo ‘Blood’, estratto dallo stesso e scelto per la promozione. Il 6 Gennaio è finalmente stato rilasciato il nuovo disco dei famigerati e beniamini dei punk rocker di tutto il mondo, Dropkick Murphys. Nono traguardo raggiunto dalla storica band di Boston, ancora in piedi, ancora in pista più forte che mai. Il lavoro, prodotto da Ted Hutt (già conosciuto per aver seguito i Gaslight Anthem in studio), sfoggia una copertina in grande stile che rispecchia perfettamente l’esperienza e il carattere dei Dropkick che ancora oggi, si contraddistinguono non solo per le loro sonorità musicali, ma anche per le loro grafiche solide e grezze al punto giusto. Al Barr, il frontman, è ancora carico come un tempo: la sua voce non presenta sbavature e trascina le ritmiche come sempre in modo rigoroso. Violini, cornamuse, banjo e mandolini sono presenti ancora una volta, rimanendo una caratteristica fondamentale dei brani, 11 per l’esattezza. ’4-5- 13′ è uno dei pezzi più emozionanti, dedicato alle vittime dell’attentato avvenuto durante la maratona di Boston: in quell’occasione, i componenti della band erano andati a trovare personalmente i feriti nelle loro camera d’ospedale. I testi di alcune delle canzoni del nuovo album riflettono molto sul lavoro svolto insieme alla fondazione Claddagh, un ente di beneficenza con il quale la band collabora già dal 2009, concentrato sul recupero e il supporto a tossicodipendenti, bambini e veterani di guerra. I brani ‘Rebels With A Cause’ e ‘Paying My Way’ ne sono la risposta e la spiegazione. I Dropkick Murphys sono ormai parte fondamentale e indelebile della storia mondiale del punk rock più conosciuto: nati nel 1996 hanno venduto circa 4 milioni di album in tutto il mondo. Tutti ricorderanno la loro partecipazione alla colonna sonora del celebre film di Martin Scorsese ‘The Departed’ e la loro collaborazione con il celebre Bruce Sprinsgsteen. Non una band qualsiasi insomma, d’altronde attenta al suo percorso sin dall’inizio ed oggi giunta a notorietà meritata senza cambiare una virgola del proprio carattere e senza mai perdere un briciolo d’attitudine. Il nuovissimo ’11 Short Stories Of Pain & Glory’, fuori per l’etichetta Born & Bred, risulta essere l’ennesima ottima prova di questi se pur datati ormai, bravissimi musicisti. Incalzante, ritmato a dovere, carico di melodie, aggressivo e potente, paragonabile soltanto a loro stessi, perchè i Dropkick Murphys sono e rimarranno per sempre: unici. Grande attenzione, per gli amatori del calcio internazionale, all’inno dei tifosi del Liverpool, suonato, arrangiato e inserito alla posizione numero 9 di questo nuovo disco. La band ha annunciato un tour nazionale che partirà il 21 Febbraio prossimo e si concluderà in concomitanza con l’Annual Hometown Run Of Boston nel giorno di San Patrizio. Un album imperdibile.
(Turi Messineo)

-1

Submit a Comment