Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 26, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

‘GANG THEORY’ IL PRIMO ALBUM DEL TALENTUOSO COLLETTIVO DELLA SCENA URBAN ROMANA DO YOUR THANG

‘GANG THEORY’ IL PRIMO ALBUM DEL TALENTUOSO COLLETTIVO DELLA SCENA URBAN ROMANA DO YOUR THANG
Salad Days

Fuori da venerdì 10 giugno ‘Gang Theory’ (distribuito da Believe), il primo album del talentuoso collettivo della scena urban romana Do Your Thang.

Dopo diversi progetti da solisti, il collettivo romano si riunisce attraverso questo nuovo progetto con tutti e undici i suoi componenti: i rapper Pacman XII, Penny, Panz, William Pascal, White Boy, Jekesa, il cantante SWED, i produttori Alan Beez, Rubber Soul, Benjamin Ventura e Dj Dibba. ‘Gang Theory’ è il risultato delle esperienze musicali di tutti i membri del Do Your Thang che si infilano e si adattano all’identità del collettivo, trovando all’interno del progetto il loro spazio e la loro autenticità. La tracklist dell’album si compone di 15 tracce tra cui i singoli ‘Charles De Gaulle’, ‘Trappole’, ‘Mass Effect’ feat. Ensi e ‘My Bad’ feat. Willie Peyote che hanno anticipato temi e sound che caratterizzano l’intero disco. Apripista è il brano autoironico ‘Disaster Artist’, seguito da ‘Destinati’, la prima traccia al quale il collettivo si è dedicato dando il via al progetto. Gli altri brani sono ‘San Fierro’, ispirato all’immaginario del gaming e ‘Yes Please’ che con il suo beat è riuscito ad entrare in chiusura della tracklist e prendersi un posto nel disco. Si prosegue con le tracce ‘Gran Turismo’ e ‘G. Caselli’‘Umami’, il brano più morbido. Ad impreziosire ulteriormente il progetto è la collaborazione con Colle Der Fomento che in ‘Alma Libre’ racconta della scena rap romana e dei sogni che hanno accomunato il Do Your Thang e lo storico gruppo hip hop romano. Si aggiungono ‘Spettri’ e ‘Belle Époque’, brani che rimandano alle atmosfere UK e che uniscono, a livello di sound, tutti i membri della crew. Si finisce con ‘Posse’, che vede la partecipazione dell’intero collettivo per una degna chiusura dell’album. Il collettivo si prefigge di far conoscere il vero spirito che anima la sua musica e identità artistica. Attraverso l’autoironia, la provocazione e la riflessione, dà un assaggio della varietà di forme e colori che lo compongono e che, allo stesso tempo, tiene uniti i suoi membri.

0-10

Tracklist

1. “Disaster Artist”

2. “Destinati”

3. “Trappole”

4. “San Fierro”

5. “Yes Please”

6. “My Bad” feat. Willie Peyote

7. “Charles De Gaulle”

8. “Gran Turismo”

9. “Mass Effect” feat. Ensi

10. “G. Caselli”

11. “Umami”

12. “Alma Libre” feat. Colle Der Fomento

13. “Spettri”

14. “Belle Epoque”

15. “Posse”

0-12

Submit a Comment