Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 14, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Haust ‘No’

Haust ‘No’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

HAUST
‘No’-CD
(Fysiks Format)
7.5/10


Prima The Good The Bad & The Zugly, ora gli Haust, a ricordarci come la Norvegia non abbia dimenticato e non voglia dimenticare la lezione death punk dei Turbonegro. E se i GB&Z hanno concentrato i loro sforzi sui Turbonegro di ‘Darkness Forever’, gli Haust invece tornano a ‘Ass Cobra’ e scavano, cercano il marcio del death punk ma anche del primo post punk. Interpretandolo alla maniera dei gruppi black poi dedicatisi al punk, come gli Engangsgrill di Fenriz (gruppo da riscoprire assolutamente). ‘Raw Material’, ‘Swells’, ‘Let It Die’ vivono di quelle emozioni, di quelle scariche ipersature, figlie bastarde di black and roll, sordidi scarti di una sottocultura marcia e violenta. Ecco, gli Haust sono proprio questo: pericoli pubblici lasciati per strada, in una terra tanto bella quanto minacciosa.
(Mario Ruggeri)

Submit a Comment