Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 12, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Lou Barlow ‘Apocalypse Fetish’

Lou Barlow ‘Apocalypse Fetish’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

LOU BARLOW
‘Apocalypse Fetish’-EP
(Domino/Self)
7.5/10


Lou Barlow è un grande. Quante cose ha da dirci! … e con quale facilità! Questo nuovo ep è una sorta di prosieguo dell’album ‘The Breeze’ uscito quasi un anno fa per Domino. Potrebbero sembrare delle outtakes, ma i brani contenuti (quattro + ‘The Breeze’ già edita) invece sono delle piacevoli prelibatezze autunnali. Chitarre, effetti, riverberi, la sua voce e un dono: scrivere canzoni già così classiche. Questo nuovo lavoro si permette il lusso di raccontarci, così su due piedi, la sua America abbastanza lontana da quell’animo Dinosaur jr/Sebadoh a cui magari siamo sentimentalmente più affezionati. Spigliata ‘The Breeze’ è una lunga strada dove si viaggia a ritmi lenti per godersi il paesaggio. Poi l’ukulele prende vita nel brano che porta il nome dell’ep, e Lou spinge la sua voce che corre sulle note come una lama che penetra veloce senza farti sentire il dolore. Folkeggia impavida ‘Anniversary Song’. Intima, piena di riverberi, ‘Pour Reward’ ci regala uno dei più bei brani scritti dal nostro, poco più di due minuti intensi che fanno di Lou un autore a tutto tondo con idee molto chiare e ciò è evidente nell’ultimo brano, una sorta di country sbadato, scanzonato con inserti wave massici e inaspettati.
(Giuseppe Picciotto)

Submit a Comment