Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 13, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

OAK ‘S/T’

OAK ‘S/T’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

OAK
‘S/T’-CD/LP
(Woodhammer Entertainment / Hoborec)
7.5/10


Nuova band dalla Svezia, gli Oak intendono riscrivere le sorti dello screamo, un genere caduto inevitabilmente in disgrazia a causa dell’improvviso inflazionamento di qualche anno fa. Le mode riescono a distruggere l’immagine di interi generi musicali, portandoli al grande pubblico sostanzialmente estremizzando gli aspetti più pacchiani che niente hanno a che vedere con la sostanza dello stile, ma poi dopo un po’ di silenzio spuntano band indipendenti che vogliono riappropriarsi di certe etichette in modo sano. Gli Oak fanno proprio questo nel presentare il proprio album di debutto omonimo, in cui propongono davvero degli spunti interessanti, tralasciando invece i soliti schemi un po’ patetici del genere. Questi svedesi non puntano tanto su sfumature romantiche e tragiche descritte da suoni compatti e puliti, ma utilizzano un sound sporco e decadente, condito da parti noise. Niente chorus canticchiabili e melodici, solo screaming e toni drammatici, portati avanti da ritmiche pensate, a volte lentissime, altre velocissime, accompagnate da un basso in primo piano e da chitarre che svariano in maniera originale rispetto alla sezione ritmica, rendendo inoltre al massimo il pathos che ben emerge dalle undici tracce. Ne risulta un album molto efficace e convincente, dal sapore finalmente genuino, mai noioso, che passa con naturalezza da parti metal a quelle pulite, da pezzi strumentali ad altri comunque mai canonici, mantenendo sempre la giusta violenza di fondo. Una contaminazione verso la parte più estrema, in questo caso il blackened hardcore, è sempre ciò che ci vuole per risollevare la reputazione di un genere.
(Francesco Banci)

Submit a Comment