Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | July 21, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

SPIRITO DI LUPO ‘VEDO LA TUA FACCIA NEI GIORNI DI PIOGGIA’

SPIRITO DI LUPO ‘VEDO LA TUA FACCIA NEI GIORNI DI PIOGGIA’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

SPIRITO DI LUPO
‘Vedo La Tua Faccia Nei Giorni Di Pioggia’-EP
(Iron Lung/La Vida Es Un Mus)
8/10


Niente. Non c’è modo per chi ama la musica punk/hardcore, a 360 fottuti gradi, di NON parlare di Milano. Ci manca solo il “brand name”. Rimaniamo comunque una città fatta di tribù e di gente, anche nelle nicchie, che si fa i cazzi propri… noi non siamo Venezia HC, per intenderci. Rimaniamo comunque una città di “stronzi”. Ma forse va bene così. Per tipi onnivori come il sottoscritto, qui è il paradiso. Di Kobra e di Francesco Goats avevamo parlato (in ritardo, tra l’altro) ere fa. Di Sentiero Futuro e di Francesco Goats avavamo parlato (questa volta in perfetto timing) qualche settimana fa. Gli Spirito Di Lupo sono la nuova creatura di Fra Goats, qui accompagnato da Vittoria alla voce, e da personaggi che escono, GENERICAMENTE (in altre parole non mi dovete rompere i coglioni se non sono preciso con nomi e cognomi), dal giro bolognese degli Horror Vacui. Gli Spirito Di Lupo sono in questo momento la punta di diamante della Sentiero Futuro. La loro prima cassetta, ‘4 Canzoni’, è stata appena ristampata su preziosissimo sette pollici da Legno. Il loro nuovo disco, ‘Vedo La Tua Faccia Nei Giorni Di Pioggia’ esce, in Europa, e mi ripeto, su La Vida Es Un Mus. Proprio loro. Quelli dei Chisel e dei Rixe. Guardatevi SUBITO Bandcamp, sezione music. Come sta bene l’artwork (sempre del nostro Fra Goats) degli S.D.L. affianco agli Enzyme e agli Stingray. Stampa a due colori tipicamente hc… ma con riferimenti tra frikkettonia e esoterismo. Stampa a due colori tipicamente hc ma con riferimenti tra space rock e old style cyber punk. Ma non è solo di forma che devo parlare, come l’amico batterista del gruppo mascherato mi ricorda sempre – la mia scimmia – ogni volta che mi dilungo nelle spieghe. Sostanza. Se mettete assieme tutti gli indizi che qui o là ho lasciato, dovreste aver capito. Anarcho punk “evoluto”? Anarcho punk “strano”? Anarcho punk “aumentato”? “Arty” anarcho punk? Intellectual anarcho punk? Zio (i.e. batterista del gruppo mascherato), dirò le cose a cazzo ma per lavorare su La Vida Es Un Mus devi essere in qualche maniera evoluto. Strano. Aumentato. Arty. Intellettuale (nel senso buono). Una cosa FUORI DAL COMUNE, e lo scrivo in maiuscolo, è l’uso delle due voci. TREMENDAMENTE efficace. Prendo ‘Nebbia’ come pezzo simbolo. Riffone mid tempo con batteria dietro (regaz sono tornato a ‘The Prisoner’ degli Iron, che non centra un cazzo ma e’ L’INTRO – riffone mid tempo con batteria dietro – per eccellenza), accelerazione con Vittoria che urla per qualche secondo, Fra che entra a gamba tesa ed inizia con le sue “barre”, Vittoria che prima lo accompagna… Vittoria che finisce il lavoro. Repeat. BOMBA. Prendo ‘Spirito Selvaggio’ come altro pezzo simbolo. Batteria tribale, basso che entra dopo 2/3 giri, chitarra che riempie il tutto dopo altri 2/3 giri, (noi) siamo pronti a spaccare tutto, ed invece arriva un break e la voce di Fra Goats resta là, in sospeso… (noi) in apnea che aspettiamo dove andare… SBAM, parte un’accelerazione e con Vittoria che entra da dietro tipo Goikoetxea su Maradona. Repeat. BOMBA. E’ inutile che faccia la descrizione di tutto quello che succede in ‘Vedo La Tua Faccia Nei Giorni Di Pioggia’. Sarebbero tutti pezzi simbolo. Ma mi piace finire con la ‘Canzone Della Foresta’ (un post anarcho punk che John Peel avrebbe già trasmesso su BBC1). Penso che chiunque mastichi di punk non possa che pensare a ‘La Canzone Del Bosco’. Avendo visto i Punkreas, la prima volta, quando eravamo in 50/100 al Garibaldi, sarei un super stupido se negassi che ‘La Canzone Del Bosco’ è stato un inno per molti di noi, anche solo per qualche mese (poi i Punkreas sono diventati grossi, troppo… poi noi siamo maturati etc etc). Tra Spirito Di Lupo (e questa generazione) e Punkreas (quella generazione) c’è la stessa differenza che c’è tra una foresta ed un bosco. Il bosco è quello di Borgo di Val di Taro dove la gente va a funghi. CARINO. Per famiglie. Roba da un giorno, max 2. Una scampagnata. La cosa più pericolosa che può succedere? Il controllo della polizia per la licenza / raccolta funghi. Poi tutti a casa, contenti. Siamo fighi. Siamo andati nel bosco. La foresta è quella delle Rockies. IMMENSA. Inquietante. PERICOLOSA. Roba SERIA. Non la giri in un weekend. Hai bisogno di tempo. E di preparazione. Hai bisogno di essere equipaggiato. Ci sono gli orsi. Non ti orienti. Ti puoi perdere e puoi fare la fine di ‘Into The Wild’. Roba per pochi.
(fmazza1972)

Submit a Comment