Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 19, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Strengthen What Remains ‘Justice Creeps Slow’

Strengthen What Remains ‘Justice Creeps Slow’
Salad Days

Review Overview

4.5
4.5
4.5

Rating

STRENGTHEN WHAT REMAINS
‘Justice Creeps Slow’-7”
(Blood And Ink)
4.5/10


Dopo aver finito di ascoltare questi 6 pezzi, mi chiedo a chi possa interessare nel 2015 un gruppo come gli Strengthen What Remains. Molto probilmente a qualche ragazzino o ragazzina sui 18 anni, coperto/a di tatuaggi e piercing, preferibilmente dell’area tedesca/olandese. Questa roba sà di vecchio, stantio. Suoni iper pompati, finti come l’ottone, vocione cattivo che alterna momenti più melodici, sezione rimica che si destreggia fra sfuriate prettamente hc e tempi mosh core. Non mi hanno colpito per niente, e pensare che sono partito con le migliori intenzioni. Nelle info in mio possesso viene riportato che il gruppo è per fan di 100 Demons e All Out War, che detto per inciso, sono due gruppi che io adoro. Invece qui non c’è nemmeno l’ombra della potenza e della classe dei due succitati gruppi. Ritroviamo invece tutti i clichè del metalcore più becero, cioè quel riproporre sempre e comunque i medesimi riff, quel gigioneggiare su un genere orami morto e sepolto e che, anche nei suoi momenti di maggior popolarità, ha sfornato gruppi a dir poco mediocri. Io mi arrendo, non ho più parole per descrivere la deriva di questo suono. A mai più, Strenghten What Remains.
(Marco Pasini)

ArfR7OWxnvBcCwDg6EC9Otd1hsnbwg6JeOi_HK1RlaOgDHBs3wn3UKoj1ite2f56GjIz5EIGkvVTNStrFHeu6kbu5ivju7rlrEhdX0MH4MQ=s0-d-e1-ft

Submit a Comment