Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 14, 2024

Scroll to top

Top

One Comment

The Good The Bad And The Zugly ‘Algorithm & Blues’

The Good The Bad And The Zugly ‘Algorithm & Blues’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

THE GOOD THE BAD AND THE ZUGLY
‘Algorithm & Blues’-LP
(Fysisk Format)
7/10


Dietro a un nome bizzarro e a una copertina sgargiante ritroviamo un disco che farà la felicità dei tanti fan delusi dall’ultimo album dei Turbonegro (lo spompo e poco ispirato ‘Rock’N'Roll Machine’) e da chi ancora non ha ben compreso se i Kvelertak sono dei geni o dei cialtroni (il prossimo imminente album ci chiarirà le idee?). Per la cronaca Ivar Nikolaisen, nuovo singer proprio dei Kvelertak, è proprio un membro dei GBZ. ‘Algorithm & Blues” suona completamente fuori controllo, tra citazioni continue e a tutto l’immaginario death-punk e rock scandinavo che ci porta ad ascoltare a tutto volume brani come ‘Fake Noose’ e ‘The Man Behind The (Oxygen) Mask’. Come potete intuire dai titoli il livello di ironia dei GBZ è parecchio alto e su di giri e questo non prendersi troppo sul serio (attenzione però che la band è tutt’altro che una burla!) ci fa apprezzare alla grande questa uscita.
(Davide Perletti)

Comments

  1. Anonimo

    Rock’n’roll Machine disco spompo???? Ma se è una bomba!!! Citazioni a Van Halen, Yes ed al peggio dell’HR anni ‘80: nessuno mai aveva osato tanto. I TRBNGR lo hanno fatto dando l’ennesima lezione di rock’n’roll. A tutti.
    E comunque Algorithm & blues è un gran disco tanto da essere spinto dai Gluecifer stessi sui loro canali ufficiali come uno dei migliori dischi di rock scandinavo.

Submit a Comment