Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 22, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Zebrahead ‘The Early Years – Revisited’

Zebrahead ‘The Early Years – Revisited’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

ZEBRAHEAD
‘The Early Years – Revisited’-CD
(Rude)
6/10


Con una mossa non originalissima ma abbastanza a sorpresa tornano in pista gli americani Zebrahead, che ci presentano un disco contenente le versioni aggiornate delle loro hit più famose della prima parte di carriera con l’aggiunta di un paio di brani inediti. Il cambio di vocalist (Matty Lewis al posto di Justin Mauriello) avvenuto post successo planetario di ‘Playmate Of The Year’, è un fattore d’interesse di questo ‘The Early Years – Revisited’ anche se, a dirla tutta, l’approccio vocale tra i due non è poi così distante, anzi… diciamo che questo dischetto può funzionare benissimo come un Greatest Hits Volume 1 della band americana, che per l’occasione ha ripulito e pompato il sound: dando una bella lucidata al tutto; i brani funzionano ancora e una ‘Now Or Never’ (e ovviamente ‘Playmate..’) reggono benissimo la prova dei tanti anni passati dalle prime comparsate nei network televisivi e radiofonici mondiali. Dischetto che è senz’altro superfluo se conoscete già la band, a meno che il collezionismo sfrenato non vi porti ad acquistare questa uscita solo per gli inediti; ‘The Early Years – Revisited’ rimane comunque una discreta testimonianza dell’operato di Ali Tabatabaee e soci, che all’inizio del nuovo millennio spalancarono le porte per il successo commerciale di Sum 41 e simili con quel miscuglio di punk, pop e rap.
(Davide Perletti)

Submit a Comment