Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 23, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Traum ‘Erode’

Traum ‘Erode’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

TRAUM
‘Erode’-CD
(Self)
7.5/10


Traum è una parola tedesca tanto dura quanto piacevole nella sua traduzione italiana, cioè sogno. Questa band italo-irlandese, con base a Bologna, non è dispettosa come un false friend, ma prende da quello del proprio nome il carattere ambivalente di severo e confortevole. Il loro stile è proprio così, un post-rock onirico, ma metallico, pronto a sconfinare nel post-metal. La parola post-rock è assai generica e di mutevole indicazione nel corso del tempo, ma che oggi si sposa col genere proposto dai Traum, fatto di musica strumentale (chitarre e batteria, più strumenti accessori sparsi nelle otto tracce) che persegue il pathos, la ricognizione drammatica ed emozionale di tutti i sentimenti umani, più che la forma. ‘Erode’ suona come un flusso slegato dagli schemi e dalle strutture, la stessa durata delle canzoni, assai variabile, ne è ulteriore dimostrazione; solo alcuni riff più strutturati caratterizzano parti doom o post-metal. La dimensione ambient e psichedelica è sicuramente preponderante, e suona epica come il periodo storico a cui rimanda il concept dell’album, dalla cover ai titoli dei brani, che ci parlano di tempi antichi, fatti di eroi ed antieroi, di valori e violenza. ‘Erode’ è stato mixato e masterizzato da Nicola Manzan a.k.a. Bologna Violenta, praticamente una garanzia di avanguardia e musica di qualità, che infatti emerge chiaramente da questo album curato e coinvolgente.
(Francesco Banci)

Submit a Comment