Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 19, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Dead Ends ‘Petrichor’

Dead Ends ‘Petrichor’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

DEAD ENDS
‘Petrichor’-EP
(This Is Core Music)
7/10


Presentarsi con stile non è cosa da tutti oggigiorno, specie in ambienti affollati come quelli alternative. Per farlo servono mezzi, talento e le persone giuste che ti seguono passo passo, tasselli che se uniti possono dare molte soddisfazioni. Come nel caso dei Dead Ends. Giovanissimi, ma con tutti gli elementi al posto giusto per una rapida ascesa. A iniziare da ‘Petrichor’, un mini che esprime al meglio le potenzialità dell’ennesima band made in Italy degna di nota. Registrato agli Skie Studios di Roma con la collaborazione di Marco Calanca (Hopes Die Last) e Daniele Ingrati (Seven Circles), questo EP ci presenta lo screamo nella sua versione più aggiornata, dove il dualismo vocale (melodico/growl) va a integrarsi perfettamente con quanto fatto in fase di songwriting, un muro sonoro che ingloba al suo interno elementi di varia natura: post-hardcore e metalcore in primis. Di sicuro quattro brani sono troppo pochi per decretare il successo di una band ma ascoltandosi ci si fa ben presto l’idea di essere di fronte a una band dal notevole potenziale. Attendiamo a breve ulteriori sviluppi!
(Arturo Lopez)

Submit a Comment