Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | July 14, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Eyes’N’Lips ‘Pornstar For President’

Eyes’N'Lips ‘Pornstar For President’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

EYES’N'LIPS
‘Pornstar For President’-CD
(Street Symphonies Records)
7/10


Con un titolo così cosa credete di aspettarvi? Del frizzante sleazy party hard rock glam naturalmente! Al loro disco di debutto, i nostri 5 party rocker confezionano un disco che a me è piaciuto. Sarà che io vado matto per quel suono tutto lustrini, pantaloni attillati e capelli cotonati figlio del Sunset Boulevard losangelino dell’epoca 1987/1988, sarà che trovo molto genuino questo suono sporco, sudato e vissuto, sarà quel che sarà, ma i nostri ci sanno decisamente fare. I pezzi sono tutti molto scanzonati, figli della triade Poison, Cinderella e Pretty Boy Floyd, suonati davvero bene e con molto vigore. La voce del brasliano Mr Skorpion casca a pennello, godendo di una buona estensione vocale e conferendo ai testi grande pathos. Ecco, i testi… Non aspettatevi dei trattati sui grandi problemi del mondo; piuttosto troverete tanto sesso, alcool, pornostar e in generale l’invito a godersi la vita finchè se ne hanno le forze. Per ciò che riguarda le chitarre, godono di un suono cristallino e molto naturale, e si producono in assoli ben eseguiti. Il basso come al solito in questo genere è solo un mero comprimario, ma svolge il suo lavoro. Giungiamo ora ad analizzare la batteria, l’unico punto un po’ debole. Non è che non sia suonata bene, è che mi sembra solo un po’ in disparte rispetto al resto. Consiglierei per la prossima release di registrala e suonarla in maniera un più pompata, visto che si tratta di una parte fondamentale. Prendete tutto ciò che ho scritto ovviamente con le debite proporzioni rispetto a come potrebbe suonare la band dal vivo, visto che è nella dimensione live che questo tipo di suono da il meglio. Non c’è nulla da aggiungere, un buon esordio, dove l’originalità non è di casa ma dove troverete pane per i vostri denti, miei cari rocker!
(Marco Pasini)

Submit a Comment