Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 14, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Lucifer ‘Lucifer I’

Lucifer ‘Lucifer I’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

LUCIFER
‘Lucifer I’-LP
(Rise Above)
6/10


Il tanto atteso debut album dei Lucifer delude un po’ le aspettative, soprattutto per le altissimo hype che la nuova band di casa Rise Above era riuscita a creare con la sola uscita di un 7 pollici e prestigiose esibizione live (una su tutte la partecipazione all’ultima edizione del Roadburn Festival). ‘Lucifer I’ non è assolutamente un brutto album, ma non ci troviamo nemmeno di fronte ad un capolavoro tale da giustificare tutto il battage pubblicitario e l’aura che il progetto nato dalle ceneri dei The Oath, dove ritroviamo la cantante Johanna Sadonis e il batterista Andy Prestridge, si porta appresso. Le sonorità dei Lucifer sono molto settantiane, e riprendono quel doom meno oppressivo e più vicino all’hard rock “occulto” ed evocativo di scuola inglese di quegli anni: ‘White Mountain’ ne è un esempio lampante e presenta un po’ tutte le sfaccettature della band, dalle parti più heavy pych a quelle al limite del prog. Interessante la presenza in line-up del chitarrista Gaz Jennings, membro dei Cathedral fino ad una manciata di anni fa e ora tornato in pista con questo nuovo progetto che in generale non riesce mai a decollare, mantenendosi comunque sempre su un buon livello: ‘Lucifer I’ possiede indubbiamente un certo fascino retrò, ma non spicca mai il volo, probabilmente è un’occasione sprecata anche se non mancano spunti interessanti.
(Davide Perletti)

Submit a Comment