Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 23, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Methedrine: ascolta il nuovo singolo ‘A Massgrave For My Dreams’

Methedrine: ascolta il nuovo singolo ‘A Massgrave For My Dreams’
Salad Days

Come annunciato la crossover metal/HC band italiana Methedrine ha firmato per Time To Kill Records per la pubblicazione del debut album ‘No Solution, No Salvation‘.

Il disco verrà pubblicato il 19 gennaio 2024. Il frontman Lou commenta:

‘A Massgrave For My Dreams’ è un filmino mentale girato in Super 8 con pellicole scadute sviluppate in tintura di odio, disagio ed emarginazione: irrompe il blast beat di Nick, che mi trasporta in una caduta a peso morto verso il fondo dei miei sentimenti più oscuri, i miei ricordi in bianco e nero, solo per poi risputarmi nella violenza della realtà. Il tema centrale delle lyrics è il tempo, che passa troppo veloce, che cambia la prospettiva, che delude e che infrange i nostri sogni, che tradisce, che ci spinge verso l’aridità, il risentimento e l’accidia… È più tardi di quello che pensiamo. Le improvvise accelerazioni e rallentamenti del pezzo sono una metafora della vita, i riff di Dario e gli intrecci di basso di Bob sono quasi da orchestra sinfonica, drammatici come una colonna sonora, e io mi ritrovo lì in mezzo, nel crepuscolo della mia sanità mentale, a gettare i miei sogni in una fossa comune”.

L’album vede la band incorporare influenze death e black metal nella propria impronta hardcore, confezionando un sound più oscuro e robusto. Alcuni dei brani vedono anche la partecipazione di amici come Fabione degli Hobos, Mark degli Eu’s Arse/ Tytus, Domenico dei Fulci e Samall degli Slander.

Tracklist:

01. Bob’s Gay Hunting Ground
02. Matapuercos
03. Luminol
04. Die Once
05. Upset With The World
06. Deep Blue
07. Cruel And Short
08. Sugar Pie (Honey Bunch)
09. No Solution, No Salvation
10. The Dark Wake
11. A Massgrave For My Dreams

L’idea del progetto Methedrine prende forma nel 2017 quando gli Upset Noise (pionieri del crossover/d-beat negli anni’80) si sciolgono dopo una breve reunion. Bone (batteria), Lucio (voce) e Mark (chitarra) iniziano a cercare nuovi componenti per ripartire da zero con una nuova band. Rispondono alla chiamata Dario (chitarra) e Bob (basso): i punti di riferimento per il nuovo progetto sono Motorhead, il primo thrash e l’attitudine hardcore. In pochi mesi viene arrangiato il materiale per un nuovo repertorio e i cinque veterani sono pronti per il primo live. Un assaggio della scaletta viene pubblicato nell’EP ‘Built For Speed’ nel marzo del 2018. Dopo un paio d’anni passati a diffondere il loro messaggio sui palchi (di Italia, Belgio e Croazia), tensioni si accumulano all’interno della band, finché Bone e Mark decidono di lasciare il progetto. I restanti tre non perdono tempo e la loro ricerca di un nuovo batterista ha fine quando Nik risponde alla chiamata. Sono i Methedrine 2.0, che portano avanti l’eredità d-beat/crossover, ma espandono le loro prospettive sonore con influenze più variegate ed oscure.

Submit a Comment