Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 19, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Sevendust ‘All I See Is War’

Sevendust ‘All I See Is War’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

SEVENDUST
‘All I See Is War’CD
(Rise)
6/10


Dal debutto dei Sevendust e dell’esplosione della seconda ondata numetal di acqua sotto i ponti ne è passata e anche parecchia, ma la band Atlanta non sembra mollare il colpo: la bolla nu è definitivamente scoppiata, di anni ne sono passati ben più di venti e il gruppo del cantante Lajon Witherspoon approda al dodicesimo disco sulla lunga distanza per la rampante Rise Records. Detto questo ascoltando ‘All I See Is War’ è come venire accolti a casa da un caldo e rassicurante abbraccio visto che le sonorità della band non sono cambiate per nulla, la bella voce di Lajon rispecchia sempre in ogni brano, il drumming di Mister Morgan Rose è sempre il fiore all’occhiello delle dinamiche di un gruppo che gioca facile nel presentare i classici accordi ipersaturi e stoppati della coppia Lowery/Connolly. Pregi ma anche difetti… perché se è vero che ‘Dirty’, ‘Risen’, la martellante ‘Descent’ e una straniante e ipnotica ‘Cheers’ convincono e si fanno ascoltare a tutto volume è innegabile che il resto del materiale suoni abbastanza piatto e standarizzato: nulla di memorabile ma nemmeno nulla di clamorosamente scellerato ripercorrendo per certi versi un percorso affine ai bostoniani Godsmack, guarda caso tornati sul mercato proprio in questi stessi giorni. Insomma ‘All I See Is War’ mostra la cifra esatta di tutta la carriera dei Sevendust, un buon gruppo alternative metal con qualità tecniche indiscutibili, tante solide canzoni nel curriculum ma senza quella scintilla che può elevarli a grandissimi in un genere sempre ben nutrito di band più o meno stagionate.
(Davide Perletti)

Submit a Comment