Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 29, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Tremonti ‘Cauterize’

Tremonti ‘Cauterize’
Salad Days

Review Overview

5
5
5

Rating

TREMONTI
‘Cauterize’-CD
(Fret12)
5/10


Il buon Mark Tremonti non molla il colpo, e in attesa del nuovo capitolo a nome Alter Bridge, ci propone la prima parte di un ambizioso doppio album (la seconda parte intitolata ‘Dust’ è schedulata per fine 2015). ‘Cauterize’ non si discosta da quanto proposto dal precedente ‘All I Was’, sia nei pregi che nei difetti: da apprezzare la ‘verve’ prettamente metallara e il gusto per la canzone e per la melodia in fase di arrangiamento. Non ci troviamo per fortuna di fronte alla solita sega mentale del chitarrista virtuoso di turno, che ci sbrodola addosso una caterva di tricks e numeri da circo fine a se stessi, ma a canzoni tutto sommato piacevoli di stampo hard rock. Apprezzabile quindi il piglio diretto e senza troppa menate dell’uscita; piacevole anche la prova vocale mai sopra le righe, ma funzionale ai brani e decisamente sopra la media del genere in almeno un paio di canzoni (la titletrack e l’iniziale ‘Radical Change’). Di contro rimangono i difetti già riscontrati nel precedente lavoro: a parte una manciata di brani che rimangono impressi, il resto del materiale è davvero troppo piatto e monocorde per attirare l’attenzione dell’ascoltatore, e anche la carta del mid-tempo accorato (‘Dark Trip’) non impressiona nel modo più assoluto. Resta il fatto che, probabilmente, la gravissima colpa di aver dato vita al gruppo più inutile della storia (Creed per la cronaca…) screditi in maniera inesorabile tutto l’operato del paisà Tremonti, tirate le somme però questo ‘Cauterize’ non riesce ad arrivare alla sufficienza.
(Davide Perletti)

PromoImage-1

Submit a Comment